BIOARCHITETTURA, UN PASSO IN AVANTI

February 7, 2015

 

Finora siamo stati abituati a sentir parlare principalmente di bioedilizia. Ma ogni tanto qua e là si capta questa nuova parola, ‘bioarchitettura’.

La bioarchitettura è un ulteriore passo in avanti nel mondo delle case prefabbricate ecosostenibili, infatti questa branchia green della progettazione green si propone l’obiettivo di dare una forma migliore e qualità reale alla precitata bioedilizia, che affronta le tematiche dell’abitare ecosostenibile in chiave meramente tecnica-costruttiva. La bioarchitettura gioca con le eccellenze dei progettisti e, grazie agli strumenti settoriali dell’architettura nello specifico, riesce a fornire una sintesi qualitativamente superba tra aspetti tecnici bioedili e inserimento ambientale a impatto zero.

I vari modelli case prefabbricate si prestano in maniera ottimale all’elaborazione da parte di architetti green. Esse infatti, grazie alle loro peculiarità di ottimizzazione energetica e basso profilo ambientale sono l’ideale per qualunque progettista che lavori nel campo della bioarchiettura.

Soprattutto le piccole case prefabbricate delle grandi città sono il risultato perfetto di una collaborazione tra diligenza tecnica e concentrazione di prestazioni ad hoc. La figura dell’architetto è fondamentale al fine di poter consegnare un prodotto efficiente, esteticamente bello e ottimizzato secondo i più moderni canoni eco-friendly.

Nella costruzione ecosostenibile di case prefabbricato la conoscenza tecnica è importantissima, soprattutto se in legno. Questi modelli case prefabbricate possono infatti arrivare ad altissimi livelli di rendimento energetico se progettate nel modo giusto e valorizzate da piante compatte e orientate correttamente. Le case prefabbricate ecosostenibili puntano la loro ottimizzazione energetica su alcuni punti fondamentali, tra cui:

  • Disposizione razionale degli ambienti al fine di sfruttare al meglio la luce naturale delle finestre e ottimizzare il sistema di riscaldamento invernale e raffreddamento estivo.

  • Utilizzo sistematico delle vetrate e delle schermature solari. Il sole è l’alleato più fidato di ogni casa. Basta saperlo utilizzare.

  • Implementare un sistema impiantistico efficiente e su misura al fine di avere il massimo rendimento possibile sulla singola abitazione e favorire le normali attività dei suoi abitanti.

Non prendere in considerazione questi semplici principi di bioarchitettura abbasserà notevolmente la resa energetica e funzionale dei vari modelli case prefabbricate, anche delle piccole case prefabbricate, rischiando di buttare via inutilmente il grande potenziale a disposizione e arrecando un grave danno all’ambiente.

Chi desidera realizzare delle case prefabbricate di lusso, può facilmente unire l’aspetto estetico e di lusso dell’abitazione con la funzionalità e l’ottimizzazione delle prestazioni energetiche. E’ sicuramente consigliabile un approccio più lineare al design, tra l’altro in linea con i più moderni trend di design internazionale, che presentano linee minimal ed essential.
 

Il ricercato a tutti i costi, con forme improbabili, anti-funzionali e spesso anche anti-estetiche sono caldamente sconsigliate.

Una casa esclusiva e ricercata è ottenibile anche senza eccessi a tutti i costi che rischiano invece di dare un tocco pacchiano e indesiderato, l’architetto deve saggiamente indirizzare le scelte dei propri clienti verso soluzioni coerenti e appropriate.
Il progettista e il team tecnico devono essere in grado di applicare con efficacia i principi della bioclimatica, della bioedilizia.

Le case in bioarchitettura nascono dall’idea dell’autonomia energetica e vanno curate nel minimo dettaglio per perseguire nella forma e nella materia il traguardo di un piccolo pezzo di mondo ecosostenibile e autosufficiente. 

Please reload

Follow Us
Please reload

Search By Tags
  • Facebook Basic Square
  • Twitter Basic Square
  • Google+ Basic Square