• Federico Naef

Architettura sostenibile


Il potere di costruire e mettere in pratica case bioclimatiche con Habita offre tanti vantaggi.

L'architettura moderna nelle case prefabbricate esistenti non è più incompatibile e con la tecnologia d’oggi ci sono a disposizione una moltitudine di risorse che consentono di ottimizzare quelle che una vota erano strutture abitative solo di paesi nordici o case di emergenza in occasione di alluvioni ed eventi sismici.

In molti progetti le priorità di design all'interno i fattori di vivibilità, salute e comfort sono le proprietà che ognuno cerca in case bioclimatiche in legno prefabbricate. A questo proposito analizziamo i punti chiave e di sviluppo per la progettazione di case moderne e sostenibili, il disegno delle facciate e altri componenti di un modello più sano ed ecologico, quindi la necessità di un’architettura moderna e sostenibile ci inducono a ricordare che oltre alla bellezza e alla natura decorativa le case con pareti modulari riducono la temperatura dell'aria in ingresso e la relativa umidità attraverso l’evaporaspirazione dalle piante. Un uso sostenibile ed efficiente delle attrezzature e degli impianti consente questa incredibile performance. Questo è solo un esempio di come si possono ottimizzare i consumi energetici in case clima sfruttando le risorse naturali e rinnovabili. Parlando d’ architettura sostenibile, forse non tutti sanno che ci sono delle case prefabbricate che consentono addirittura di produrre tanta di quell’energia a costo zero che poi è possibile rivendere al fornitore di rete. In genere a quest’affermazione, fa subito seguito il pensiero rivolto ai pannelli fotovoltaici, che infatti garantiscono questa opzione. Tuttavia, per ottimizzare il risparmio energetico in una casa in legno non è necessario nemmeno l’uso di pannelli termici e di energia; infatti, stiamo per parlare delle case passive, che scoperte da un tedesco poco più di un ventennio fa sono oggi il fiore all’occhiello dell’architettura sostenibile. Vediamo adesso in sintesi di cosa si tratta, rimandando l’argomento in modo dettagliato in altri articoli.

Passivhaus è il più veloce standard di rendimento energetico che cresce in tutto il mondo con oltre 30.000 edifici realizzati fino ad oggi Gli standard Passivhaus sono dei veri e propri punti di forza e risiedono nella semplicità del suo approccio; costruire case clima

che hanno un ottimo rendimento termico, ermeticità eccezionale e con una ventilazione meccanica!

Questo approccio robusto alla progettazione degli edifici consente al progettista di minimizzare la 'domanda di riscaldamento' e di utilizzare solo un termoarredo convenzionale (stufa a legna o a pellet, il cui calore può poi essere recuperato e diffuso attraverso da una ventilazione meccanica.

Lo standard Passivhaus di case basso consumo è stato sviluppato in Germania nei primi anni ‘90 dai professori Bo Adamson

(Svezia) e Wolfgang Feist (Germania), e le prime case energia zero.

Passivhaus di tipo standard sono state costruiti a Darmstadt nel 1991.

Lo standard Passivhaus può essere applicato non solo alle abitazioni residenziali, ma anche ad edifici commerciali, industriali e pubblici.

Questo importante passo avanti dell’edilizia sostenibile, ha portato dunque alla definizione di “casa passiva”.

Nello specifico si tratta di una casa in cui il comfort termico può essere raggiunto esclusivamente dal post-riscaldamento o post-raffreddamento della massa d'aria fresca, che è necessario per ottenere le condizioni interne sufficienti, e senza la necessità di ulteriore riciclo dell'aria. Il raffreddamento è anche minimizzato dagli stessi principi e attraverso l'uso di ombreggiatura (da alberi), e in alcuni casi attraverso il pre-raffreddamento dell'aria di alimentazione. Oltre a fornire case basso consumo energetico, la casa passiva fornisce inoltre un'eccellente qualità dell'aria interna, e ciò si ottiene riducendo i tassi di infiltrazione d'aria fornendo quella fresca che viene filtrata e post riscaldata dall'unità MVHR.

Lo standard Passivhaus può essere applicato a qualsiasi clima nel mondo e funziona altrettanto bene in climi caldi e in quelli più moderati. Fino ad oggi gli edifici Passivhaus sono stati progettati e costruiti in tutti i paesi europei, l'Australia, la Cina, il Giappone, il Canada negli Stati Uniti e in Sud America. Una stazione di ricerca è stata costruita anche in Antartide! La povertà energetica sta diventando sempre più importante e per ridurre la nostra dipendenza dai combustibili fossili, con i prezzi del carburante che continuano ad aumentare, scegliere una casa passiva come ad esempio in una struttura familiare di 70 metri quadrati, si arriva a spendere l’incredibile e bassissima cifra di circa 40 euro l’anno, e quindi siamo prossimi ad ottenere case energia zero, peraltro un obiettivo che gli esperti per la salvaguardia del pianeta, contano di raggiungere entro l’anno 2020.

#caseprefabbricate #risparmioenergetico #ecosostenibile #bioedilizia #caseecologiche #casemoderne