• Federico Naef

La tua casa in legno


Se intendi abitare in legno devi conoscere a fondo le case prefabbricate ecologiche, per poi costruire la tua casa in legno. E’ dunque importante sapere che sono caratterizzate da 3 fondamentali fattori tutti facenti parte dell’edilizia sostenibile, e nello specifico si tratta di salvaguardare l’ambiente, ottenere il risparmio energetico e migliorare la qualità della vita. Le case ecologiche rispetto alle tradizionali strutture in cemento, da molti anni si sono ritagliate una fetta di popolarità, e si stanno adeguando alle normative europee che regolano la prestazione energetica in edilizia, che mira a raggiungere nell’anno 2020 un consumo d’energia prossimo allo zero per qualsiasi tipo di nuova costruzione.

Le case ecologiche prefabbricate in legno necessitano di un consumo energetico molto basso ed utilizzano molte fonti rinnovabili soprattutto riciclabili. Dal momento della progettazione fino alla fase finale di realizzazione compreso lo smaltimento dei materiali di risulta, viene certificato affinché l’impatto ambientale sia ridotto ai minimi termini.

Per realizzare la tua casa in legno ecologica, efficiente ed in grado di poterla definire tale, sono necessari oltre ai sistemi costruttivi e ai materiali adeguati, anche alcuni importanti accorgimenti; infatti, ad esempio per sfruttare al meglio l’energia solare, la casa deve essere posizionata in modo accurata, ed in genere ciò avviene con l’orientamento verso sud.

Anche i materiali che vengono impiegati devono essere a basso impatto ambientale, e nel contempo contribuire a ridurre il dispendio energetico. Il materiale che può veramente essere definito sostenibile al 100% e certificato nelle case ecologiche è proprio il legno, che opportunamente lavorato si rivela prezioso per la realizzazione di ogni centimetro di una struttura prefabbricata. Un esempio è l’ottimo isolamento termico, che migliora sostanzialmente le prestazioni energetiche della casa, controllando le dispersioni di calore dall’interno verso la parte esterna in inverno, mentre in estate, serve a trattenere l’aria fredda generata dai climatizzatori preposti a questa funzione. Oltre ai materiali ecologici e naturali, molto importanti si rivelano le tecnologie applicate alla realizzazione di una casa prefabbricata in legno, e quindi il processo lavorativo va accuratamente seguito e selezionato in fabbrica al momento dalla realizzazione fino al giorno in cui si effettua la posa sul cantiere, il tutto all’insegna dell’ottimizzazione del risultato finale e cioè ottenere una casa altamente ecologica. Infine, anche a riguardo dell’impiantistica, è da sottolineare che sono e devono sempre essere all’avanguardia, poiché se ben inutilizzati garantiscono un’elevata efficienza energetica e vengono poi utilizzati per sfruttare al meglio le fonti di energia rinnovabile, e coprire per intero il fabbisogno della struttura realizzata. Tutti questi importanti requisiti fanno sì che una casa ecologica prefabbricata in legno, di tipo standard, oppure una villa bifamiliare, uno chalet o una baita in legno, siano sempre e solo ecologiche, e tali da garantire benessere fisico a chi decide di abitare in legno nonché rispettose della natura. Per rendere ideale la qualità della vita nella casa in legno, ci sono le pareti modulari, ovvero strutture in grado di garantire un perfetto isolamento termico e nel contempo anche un’adeguata protezione acustica. I materiali adatti sono dunque un fondamentale approccio in tal senso. Mentre i pannelli di tipo rigido si rivelano ideali per isolare la casa dai rumori esterni, quelli di tipo più morbido contribuiscono invece ad ottimizzare l’isolamento termico. Il legno da questo punto di vista offre tantissime opportunità per massimizzare il risultato, e si può tagliare, sagomare ed utilizzare a seconda delle esigenze ed in base alla quadratura della struttura da realizzare oltre che a garantire sicurezza e comfort.

Per costruire delle case ecologiche in cui si può ottenere il massimo dal punto di vista della protezione termica ed acustica con pareti modulari adeguate, è tuttavia necessario rispettare alcune regole; infatti, bisogna impiegare soltanto quei materiali specifici per i vari tipi di rivestimenti, evitando quindi dei ponti acustici e lo stesso dicasi per quelli termici, riempiendo poi le intercapedini e le varie giunture prodotti isolanti adeguati, quindi lana di roccia, polistirolo, sughero oppure semplicemente utilizzando le fibre naturali dello stesso legno, con il vantaggio di fissare tutti questi isolanti senza utilizzare collanti chimici ma soltanto resina naturale e chiodi, adottando in pratica i vecchi sistemi con cui le case prefabbricate venivano costruite in America verso al fine del 1800, ed oggi come allora, venivano concepite come case ecologiche.

#caseinlegno #caseprefabbricate #risparmioenergetico