• Federico Naef

Case ecologiche in Svizzera


Le case prefabbricate in Svizzera sono cresciute in popolarità negli ultimi anni, perché sono accessibili, ecologiche e alternative al mattone tipico e tradizionale.

Sebbene prefabbricate, i progetti di case e ville residenziali hanno registrato un picco di popolarità negli ultimi dieci anni, e l'idea di costruzione prefabbricata non è del tutto nuova poiché i disegni sono stati utilizzati per più di un secolo dall’architettura.

Per capire veramente il fenomeno delle case prefabbricate, approfondiremo una sorta di storia alla ricerca del settore degli alloggi realizzati nel corso degli ultimi cento anni.

Lo stesso concetto di prefabbricazione ecologica merita una citazione in quanto il processo di costruzione utilizza oggi meno energia e quindi è a basso impatto ambientale. Per capire meglio, è sufficiente evocare l'immagine del passato del fumosi una fornace.

Le case prefabbricate realizzate intorno al primo decennio del 1900, sono dotati di un design moderno e già comprensive di valide alternative ecologiche e convergenti con il modernismo e la sua ricerca alla sostenibilità.

La produzione industriale di strutture prefabbricate offre diversi tipi d’abitazioni come ad esempio chalet, baite ed altri progetti di case e ville che in genere rientrano in due categorie: le case in kit pre-assemblati e le strutture prefabbricate standard. Entrambi emersi e sviluppati sotto l'influenza di vecchie e diverse tradizioni e ciascuno offre oggi notevoli benefici per gli utenti.

La differenza tra i due tipi di costruzione è data principalmente su come le case vengono montate; quindi in base a se si presentano come standard o come case pronte e parti di case prefabbricate in kit.

Mentre la prima tipologia di casa viene costruita sul sito e tutti i materiali sono misurati, tagliati e assemblati sul luogo.

I pannelli pretagliati e le travi recapitate al cliente come un pacchetto rientrano invece nella categoria delle case in kit, quindi case pronte per un rapido assemblaggio in loco.

D'altra parte, costruire una casa fai da te significa anche poter acquistare un kit in più volumi e che trasportati su diversi camion vengono poi montati in loco formando una casa più grande.

Tra il 1908 e il 1940 le società statunitensi hanno introdotto sul mercato molte case prefabbricate in kit offrendo centinaia di disegni su cataloghi cartacei e la possibilità per il proprietario di seguire alla lettera la progettazione della propria casa. Questi cataloghi, oggi in parte rivisitati dalle stesse aziende americane, oppure da quelle europee, hanno consentito di portare avanti il discorso di costruire una casa fai da te

in kit, parallelamente alle altre di tipo standard.

E’ tuttavia ovvio che se si opta per la posa di una casa prefabbricata in scatola di montaggio, kit, preventivamente , bisogna rivolgersi ad imprese specializzate in fondamenta di strutture abitative, e farsi realizzare un platea in cemento armato, atta ad ospitare la struttura in base alla dimensione e al peso, quest’ultimo proporzionale all’altezza della casa e quindi al maggior quantitativo di legno e giunti metallici necessari, specie se si è deciso di montarne e posarne una con più piani. Il tipo di legno che si utilizza oggi per la realizzazione delle case da montare a cura del cliente, è in genere quello lamellare, proprio come le vecchie strutture, che siamo abituati a vedere nei film e documentari d’epoca, quando per prima cosa si provvedeva a crearne l’ossatura a volte anche ad altezze incredibili. Le tecniche di allora erano le più consoni, e quindi soltanto piccoli ritocchi sono stati oggi necessari, tenendo conto che gli incastri, venivano ad esempio fatti in modo artigianale come quello a “coda di rondine”, una tecnica antichissima praticata dagli ebanisti e tutt’oggi insuperabile tanto è vero che viene ancora utilizzata per qualsiasi montaggio di scatole e strutture lignee, poiché rappresenta una forma d’incastro davvero perfetto per tenuta e resistenza a sollecitazioni varie. L’unico accorgimento vero è proprio, che le aziende moderne hanno apportato al legno, è l’utilizzo di quello di diverso spessore, che viene opportunamente testato, e quindi certificato, per poi poter alla fine rilasciare un attestato di conformità sia dal punto di vista qualitativo che sotto l’aspetto antisismico, un argomento quest’ultimo che è più che altro un obbligo da rispettare, per qualsiasi moderna struttura abitativa e non solo se realizzata con il legno.

#caseprefabbricate #caseprefabbricatesvizzera #case #caseecologiche