• Federico Naef

Case Prefabbricate Habita


Costruire case in legno prefabbricate, è indubbiamente una soluzione ideale per poter vivere in armonia con la natura, e nel contempo garantirsi comfort, risparmio energetico ed ambienti salubri.

Acquistare case basso consumo energetico significa inoltre saper comprendere a fondo le potenzialità di questa tecnica costruttiva e quindi accettarla in pieno con enorme soddisfazione e magari proponendola a parenti ed amici.

Quando si parla del concetto di bioedilizia ci si riferisce principalmente alle caratteristiche con cui una casa biologica viene costruita , alla sua composizione, e soprattutto ai materiali utilizzati per realizzarla.

La bioedlizia, in realtà, va oltre quelle che sono le esigenze personali; infatti, è soprattutto un ottimo metodo per il rispetto dell’ambiente e della sostenibilità della casa da costruire, e in base alle sostanze in essa contenute, che devono essere ad impatto zero in riferimento alle emissioni di CO2 nell’atmosfera, tema quest’ultimo molto caro agli ecologisti, che tra le loro proteste da anni sostengono proprio il concetto di poter sfruttare molte materie prime naturali, ed eliminare quale sintetiche, che troppi danni hanno già creato all’ambiente e in alcuni casi di tipo irreversibile.

Inoltre di rilevante importanza è lo stato della casa biologica ai fini della salubrità a tutela di chi andrà ad occuparla, quindi non ci devono essere nel fabbricato materie derivate dalla sintesi di prodotti petrolchimici, vapori tossici, il microclima interno deve essere confortevole, e la costruzione altamente traspirante, senza quindi la presenza di umidità maggiore responsabile della formazione di muffe e spore fungine, nonché di polveri nocive all’uomo per inalazione.

Molte delle case prefabbricate realizzate in legno e che sono presenti sul mercato soddisfano in pieno i criteri fondamentali della bioedilizia, garantendo quindi un elevato standard dal punto di vista qualitativo rispondendo in pieno all’esigenza del benessere ambientale e della costruzione di case altamente ecologiche.

I criteri costruttivi nei paesi in cui le case basso consumo sono nate, utilizzano da sempre materiali ecosostenibili, grazie ad attenti processi di lavorazione delle materie prima . Il concetto seguito alla lettera, ci introduce nel tema della bioarchitettura, che in sintesi rappresenta un enorme passo avanti per quanto riguarda le tecniche costruttive, dell’architettura sostenibile; infatti, una casa deve soddisfare in pieno qualità e forma e nel rispetto del contesto urbano in cui la struttura viene posata.

In questo caso il ruolo dell’architetto è indispensabile, in quanto la bioedilizia offre l’opportunità di stabilire con il cliente il costo costruzione casa al grezzo e poi manipolarla dal punto di vista progettuale. Un architetto esperto, deve quindi conoscerele a fondo, poiché una struttura prefabbricata in legno, può raggiungere dei rendimenti energetici elevati specie se valorizzate da una pianta della casa di tipo compatta, ben orientata, e da una disposizione del tutto razionale degli ambienti, compreso la corretta disposizione di infissi, vetrate e schermature solari, nonché da un’adeguata impiantistica.

Molto spesso, pur di risparmiare, alcune persone si affidano a qualche geometra per far redigere un progetto, ma il risultato alla fine non è soddisfacente specie se il tecnico ignora le nozioni basilari

dell’architettura sostenibile .

Il consiglio resta dunque di affidarsi sempre ad un tecnico preparato, meglio ancora se specializzato in casa clima, per ottenere un’abitazione ecologica e duratura.

Il legno è un materiale antico che da sempre accompagna l’uomo nella costruzione di edifici, dalle prime capanne sino alle ardite strutture in lamellare.

La costruzione di una casa clima in legno impiega poca energia già nel processo produttivo iniziale, limitando di molto l’ inquinamento ambientale.

Una costruzione in legno può poi essere valorizzata scegliendo un’impiantistica basata sull’utilizzo di alcune fonti energetiche rinnovabili, limitando di gran lunga gas o l’elettricità derivata dalla combustione. Questi impianti, si rivelano anche un ottimo investimento, e con ritorni economici davvero interessanti come ad esempio i pannelli fotovoltatici. Camini, caldaie o stufe a biomasse, quest’ultime alimentate ad esempio a pellet, rappresentano inoltre un'altra eccellente soluzione per riscaldare la casa utilizzando la legna e alcuni derivati vegetali, che sono rinnovabili ed ecosostenibili, con costi bassi e poca manutenzione.

Qualunque sia la scelta della casa prefabbricata, possiamo dire che una progettazione adeguata di una struttura in legno, con il costo costruzione casa al casa grezzo, consente con piccoli ma opportuni interventi aggiuntivi di ottenere l’indipendenza energetica, inserendo una delle fonti rinnovabili appena citate.

#caseprefabbricate #caseinlegno #caseprefabbricatesvizzera