• Federico Naef

Case in XLAM


Le case prefabbricate per quanto riguarda la posa delle pareti si possono identificare in due categorie ben distinte ovvero con il cosiddetto sistema X-lam e a "telaio".

Il sistema costruttivo X-lam è una tecnica operativa di recente nascita rispetto a quella a telaio, e nelle case ecologiche, vengono utilizzati questi pannelli in legno, a tre o più strati contrapposti generalmente di abete, che vengono poi incollati, garantendo sia resistenza negli anni, che stabilità alle pareti realizzare. Le colle utilizzate per tenere insieme i vari strati sono altamente certificate e prive di sostanze tossiche. Il processo di lavorazione del legno per case

consente di ottenere delle vere e proprie pareti massello, quindi molto simili come spessore e conformazione a quelle tradizionali in muratura. Nelle case prefabbricate in xlam

vi è inoltre la possibilità di edificare strutture a tre piani e più, quindi si tratta di un enorme vantaggio per il cliente che non avendo un suolo molto grande come quadratura può sfruttare la costruzione in altezza. Questa composizione, non significa rinunciare ad un perfetto isolamento, anzi tutt’altro, si rivela ideale per realizzare un cappotto termico a prova di umidità o di eccessivo caldo d’estate e intenso freddo in inverno. L'isolante utilizzato in case prefabbricate in xlam viene infatti posizionato direttamente sulla parete esterna della casa e fissato con delle specifiche viti di bloccaggio. Sulle pareti interne invece viene creata una sorta di camera d’aria, che ha la duplice funzione di isolante termico ed acustico, ma che sostanzialmente serve ad occultare le varie cablature elettriche nonché tubazioni in PVC per le condotte idriche o per pannelli radianti da parete per il riscaldamento o il raffreddamento dell’ambiente domestico.

In fase introduttiva abbiamo accennato anche all’altro sistema che è il più vecchio, ma a tutt’oggi molto utilizzato e opportunamente adeguato alle normative vigenti, in termini di case ecologiche certificate. Il sistema nello specifico si compone di legno per case sotto forma di pilastri realizzati con abete massello. Si tratta di legno certificato, in quanto viene definito anche con il nome di KWh, proprio per le sue notevoli capacità isolanti e quindi ideale per il risparmio energetico all’interno della struttura realizzata. Generalmente si tratta di un legno che viene utilizzato al naturale, senza quindi particolari trattamenti, ma tuttavia per renderlo più funzionale, molte aziende costruttrici preferiscono cospargerlo di antimuffe, in modo da far ottenere all’acquirente un ulteriore punto a favore ai fini del comfort abitativo e di funzionalità. Il sistema a "telaio" nelle case ecologiche si compone come già accennato poc’anzi di alcuni elementi verticali (pilastri), posizionati equidistanti tra loro, e che vengono ricoperti sulle giunture con altri pannelli in compensato con lo scopo di irrigidirli ulteriormente. Questo accorgimento avviene sia per le zone interne che per quelle esterne della casa, e sono anche in grado di fornire un’efficace risposta antisismica.

Un altro vantaggio non indifferente dell’utilizzo dei sistemi a telaio oltre che ai prezzi legname da costruzione decisamente favorevoli,

è che si possono raggiungere anche zone impervie dal punto di vista logistico e climatico, e il legno altamente certificato, può in caso di clima rigido, essere ricoperto da vari materiali isolanti come ad esempio lana di roccia o sughero, per ottimizzare l’isolamento termico e rendere la casa calda, accogliente e nel contempo consentire di risparmiare energia elettrica, visto che il cappotto termico funziona alla perfezione e anche i prezzi legname da costruzione sono abbordabili e a basso costo.

Inoltre giusto per fornire nel dettaglio alcuni esempi di assemblaggio dei pilastri, diciamo che gli isolanti vengono inseriti generalmente tra una trave e l'altra, ma molte aziende costruttrici preferiscono posizionarli per intero e solo sulla facciata esterna. A margine di quanto sin qui elencato, possiamo dire che una casa ecologica con tutti i requisiti atti a migliorare la vivibilità e a rispettare l’ambiente, rientra nel concetto di domotica e risparmio energetico ; infatti, nello specifico il termine sta ad indicare un insieme di apparecchiature elettroniche che consentono di ottimizzare le funzioni della casa grazie ad un sistema completamente automatizzato, come ad esempio, accendere o spegnere le luci; infatti, con la domotica, si accendono soltanto se l’illuminazione è scarsa e se c’è una persona all’interno della stanza, quindi da come si può facilmente intuire, si tratta di un sistema intelligente, che consente un risparmio energetico, visto che se dimentichiamo una luce accesa, ci penserà quest’innovazione tecnologica chiamata domotica e risparmio energetico a provvedere alla nostra disattenzione, e a farci quindi risparmiare soldi sulla bolletta bimestrale.

#casemoderne #caseinlegno

0 views