• Federico Naef

Case chiavi in mano


Prima di scegliere piccole case in legno è importante conoscerle a fondo ed apprezzarne le loro notevoli capacità ed i costi necessari per posarle dopo averle fatte progettare e realizzare da aziende specializzate. I punti focali su cui ci soffermiamo maggiormente, sono le caratteristiche strutturali ed in particolare sul legno e sugli accorgimenti adottati per farlo rendere al massimo, oltre che ai vari sistemi che servono per ottenere una struttura abitativa confortevole, e soprattutto delle case bioclimatiche, quindi in grado di ottimizzare il risparmio energetico e minimizzare le dispersioni dal punto di vista termico.

Proprio da quest’ultimo aspetto iniziamo la carrellata che ci fa conoscere a fondo le piccole case in legno.

L'isolamento termico è infatti, uno dei requisiti maggiori che gran parte dei clienti che scelgono prefabbricati modulari, chiedono ai costruttori oltre naturalmente al comfort abitativo. Questa domanda, ottiene subito una risposta esauriente poiché, grazie all'utilizzo del legno e a materiali isolanti che vanno a riempire le intercapedini appositamente create, la temperatura rimane costante in tutti i punti della casa per cui il clima risulta sano e confortevole. L’isolamento termico perfetto delle pareti di una casa in legno, garantisce una sostanziale riduzione delle spese di energia elettrica ed in particolare per il riscaldamento invernale e il raffreddamento estivo. In entrambi i casi si può azzardare che grazie alle case bioclimatiche, il risparmio arriva anche al 70% in meno rispetto ad una casa tradizionale realizzata in muratura. Una casa con queste condizioni climatiche negli interni, viene certificata di classe A. La certificazione energetica che accompagna la struttura dopo la consegna definitiva, attesta l'altissima efficienza delle strutture in oggetto.

Una casa biologica prefabbricata viene dunque realizzata con strutture che garantiscono oltre al suddetto risparmio energetico, sicurezza in termini di solidità ed antisismicità, grazie soprattutto all'utilizzo di alcuni elementi in legno lamellare singolo o doppio, di prima qualità. Anche l’incollaggio che caratterizza le bilamine, avviene a regola d'arte soprattutto quando viene utilizzato per giunture; infatti, alla colla fa seguito una pressatura, che praticamente lo fa diventare un tutt’uno, simile ad un legno massello e con una resistenza meccanica, altra condizione indispensabile affinché i pannelli possano essere impiegati per queste eccellenti case legno chiavi in mano.

Il legno inoltre, anche in caso d'incendio mantiene intatta la capacità di portata, al contrario del calcestruzzo e dell’ acciaio, che perdono la caratteristica resistenza. Il legno, infatti, brucia lentamente e in modo costante, e in caso di alte temperature il suo nucleo rimane protetto grazie ad uno strato di carbone naturale che si viene a formare. L’acqua contenuta per natura all’interno del legno, in definitiva rallenta la forza del fuoco e tende a spegnerlo immediatamente, non potendosi quest’ultimo alimentare. Le pareti di una casa sono tutte certificate REI 90, basti pensare che in molti edifici tradizionali, questi pannelli vengono utilizzati proprio come porte tagliafuoco.

Il legno si distingue per essere anche un materiale molto flessibile e con un peso specifico basso. Queste due caratteristiche lo rendono quindi antisismico poiché se sottoposto a sollecitazioni estreme, grazie proprio alla sua naturale elasticità non subisce alcun danno. L’abete rosso è uno dei legni più utilizzati per la costruzione di case bioclimatiche, (pareti massello o a telaio, solai e tetti), ma non è l'unico; infatti, anche il larice è un’essenza di legno molto apprezzata in quanto priva di nodi e d'impurità, ma l'utilizzo è piuttosto limitato (per case di lusso), a causa dei costi maggiori rispetto all'abete, ma resta uno dei migliori per le finiture. Altri legni molto resistenti di natura, sono la quercia e il castagno, che nelle case bioclimatiche vengono utilizzati principalmente per realizzare le travi portanti e i solai. Dopo aver conosciuto il legno, la sua naturale bellezza e resistenza e le tantissime proprietà che lo rendono ideale per vivere in sintonia con l’ambiente, e fugati tutti i dubbi sull’affidabilità dei prefabbricati modulari, possiamo concludere dicendo che se si decide di acquistare una casa biologica, basta visitare le pagine web di alcuni siti come ad esempio quello di Habita GHS,e sfogliare le brochure, che tra le varie tipologie di prefabbricati, propone sia quelli prefiniti, che le case legno chiavi in mano. Queste ultime, in pochissimo tempo dopo l’ordinazione, vengono montate velocemente sul luogo indicato dal cliente.

#caseecologiche #ecosostenibile

41 views