• Federico Naef

Habita GHS e Minergie


Le case prefabbricate sono soprattutto tipologie di abitazioni con certificato efficienza energetica quindi ad alto rendimento sotto questo punto di vista. Le strutture in oggetto definite case biologiche, specie in presenza di un adeguato isolamento, raggiungono delle eccellenti prestazioni termiche del tutto impensabili per le costruzioni tradizionali in cemento, nonostante la mancanza di spessori sulle pareti esterne che infatti, in una casa prefabbricata sono difficilmente superiori ai 30 centimetri.

Una casa in legno di solito ottiene in modo facile il certificato efficienza energetica e senza particolari accorgimenti dal punto di vista progettuale o in riferimento all’impiantistica interna ed esterna.

Il vantaggio di acquistare una casa realizzata con un’architettura sostenibile è indubbiamente rilevante, ed inoltre è frutto di una progettazione accurata ed orientata a minimizzare i consumi, grazie all’energia solare. Un esempio è la posa di ampie vetrate orientate verso sud, che consentono di ottenere luce per l’intera giornata, evitando dispersioni di luce e calore a seguito di una planimetria compatta, nonché dall’eliminazione dei cosiddetti ponti termici.Questa tipologia in gergo viene definita casa passiva, e il concetto si può sintetizzare asserendo che si tratta di strutture che producono più energia rispetto a quanto ne consumano.

Per raggiungere queste alte prestazioni in termini di risparmio e di ottimizzazione energetica, è necessario tuttavia adottare delle soluzioni tecniche e progettuali adeguate all’ambiente, e che vengono certificate con uno standard denominato minergie che è un vero e proprio marchio del Canton Ticino e che organizza dei corsi speciali rivolti agli operatori del settore per approfondire e nel contempo sensibilizzare la popolazione sui temi legati all’efficienza energetica e alla sostenibilità edile.

Nelle case costruite con un’architettura sostenibile, una di queste soluzioni è l’utilizzo di una sorta di serra in grado d’immagazzinare molto calore durante l’arco della giornata per poi restituirlo gradualmente nelle stanze interne, favorendo il risparmio energetico, visto che si può sfruttare il calore naturale per risparmiare sui consumi di gas ed elettricità, specie nel periodo invernale.

L’utilizzo del legno invece dei materiali da costruzione di tipo tradizionale, consente inoltre di facilitare il compito delle aziende che progettano e costruiscono le case prefabbricate, con l’obiettivo primario, di rispettare le suddette minergie e raggiungere l’obiettivo del cosiddetto “consumo zero”.

Il concetto di casa bio è una tecnica di costruzione mirata, quindi per ottener l’isolamento termico che, nella maggior parte dei casi, consente di realizzare strutture prefabbricate a basso consumo energetico.

L’importante per tutti coloro che intendono possedere una casa del genere e che sfrutta le risorse naturali, è di affidarsi ad aziende serie, che prima di proporre le loro strutture sul mercato, le analizzano a fondo, grazie ad un team di esperti, composto da architetti, geometri, ingegneri, designer e soprattutto dell’ambiente, che per ottimizzare il risultato, cercano di limitare ai minimi termini gli errori di progettazione.Tra queste ditte, una che lavora in un paese che dell’ecologia abbinata alle risorse tecnologiche, da sempre ne fa il suo fiore all’occhiello, e cioè la Svizzera, vi è Habita GHS che i suddetti errori di progettazione dal punto di vista dell’efficienza edilizia non li tollera, e questo è un altro valido motivo che fa capire perché l’azienda ticinese, ha proprio gli elvetici tra i suoi migliori clienti, che ogni anno acquistano le case prefabbricate in base al luogo e alle esigenze personali. In termini di casa passiva, se fino ad ora abbiamo elencato solo i vantaggi per il periodo invernale, anche in estate è possibile sfruttare le risorse naturali, adottando dei semplici ma importanti accorgimenti; infatti, l’installazione di un impianto di ventilazione meccanica (bocchette), di tipo controllato, e con recupero di calore, consente di creare un ricambio d’aria completo nella casa e in poco tempo, quindi di ottenere un sostanziale risparmio energetico, evitando l’uso prolungato di condizionatori e climatizzatori. Quanto sin qui elencato, rappresenta solo alcuni dei notevoli vantaggi offerti dalle strutture prefabbricate ed in particolare di una casa bio, ma c’è da conoscere ancora tanto, e per farlo, è sufficiente leggere attentamente gli articoli del blog annesso al sito di Habita GHS, in da ottenere tante altre importanti informazioni, che possono eliminare gli ultimi dubbi a tutti coloro che hanno l’intenzione di progettare e costruire una casa prefabbricata per viverci con il pieno del comfort e in sintonia con l’ambiente circostante.

#minergie #ecosostenibile #bioedilizia

13 views