• Federico Naef

Efficienza e risparmio energetico


Le varie tipologie di case prefabbricate in legno si contraddistinguono da quelle tradizionali per i consumi energetici tendenzialmente livellati verso il basso. Tale vantaggio è offerto dalla tecnica di costruzione dei moduli abitativi, che garantiscono efficienza e risparmio energetico. Questo è indubbiamente uno dei più importanti aspetti che interessa i clienti, anche se di solito, questi ultimi non hanno le idee en chiare su cosa sono effettivamente le case prefabbricate e i relativi vantaggi.

Quando parliamo di classe energetica in apparenza può sembrare superfluo, ma invece è un fattore non affatto trascurabile, poiché l’efficienza energetica degli edifici viene stabilita in base a delle normative standard che in passato prevedevano l’obbligo da parte di tutti i proprietari di comunicare all’atto della stipula di un contratto notarile gli estratti di un certificato di efficienza e risparmio energetico per tutte le strutture inferiori 1000 metri quadrati .

Recentemente una nuova legge ha abolito tale vincolo lasciando tale strumento per la riqualificazione energetica nelle mani di enti locali regionali e provinciali, in cui si assumono la responsabilità di stabilire delle nuove normative.

Da questo punto di vista l’esperienza che l’azienda Habita GHS, uno dei maggiori brand del settore e che da anni opera in Svizzera resta un punto di riferimento certo; infatti, nel rispetto delle leggi territoriali italiane e soprattutto di quelli elvetici, tiene conto che l’obbligo di costruire una casa prefabbricata secondo criteri specifici significa ottenere un significativo risparmio energetico.

La scopo di Habita GHS è di raggiungere in breve tempo gli obiettivi stabiliti dalle normative europee che mirano all’abbattimento quasi totale dei consumi di energia e in special modo di emissioni di anidride fluoro-carbonica.

Ciò significa che i progettisti e i costruttori che operano in nome e per conto della suddetta azienda ticinese, per costruire nuovi edifici prefabbricati, devono, per ottenere il via libera dimostrare che le strutture realizzate avranno dei consumi energetici inferiori a 50 KW/h per metro quadro all’anno, come richiesto dalle suddette normative europee.

In base a questo livello minimo di consumo energetico annuo per ogni singolo metro quadrato, in Svizzera, Habita GHS procede con una propria classificazione delle case prefabbricate, ed in particolare: la casa classe A che necessitano di un fabbisogno termico inferiore ai 30 KW/h per metro quadro all’anno, oppure una casa classe B che richiede un fabbisogno termico inferiore al tetto limite imposto dalle normative ovvero di 50 KW/h per metro quadro all’anno.

Per fare adesso un confronto, basta dire che in genere una casa di tipo tradizionale consuma dai 90 ai 120 KW/h per metro quadro all’anno. Da questi numeri, si evince che l’azienda, indipendentemente dalla richiesta del cliente e dalle sue esigenze è riuscita non solo a rientrare nei parametri costruttivi necessari per classificare una casa classe A oppure di tipo B, ma addirittura a dimezzare o a triplicare l’abbattimento dei consumi energetici, e tutto ciò grazie all’utilizzo di materiali adatti, che con cura e parsimonia le imprese edili svizzere Canton Ticino utilizzano per la creazione di case prefabbricate specifiche per garantire questi consumi bassi. Indipendentemente se si tratta di una casa classe B oppure di tipo A.

La diffusione di questo nuovo concetto di creare strutture con consumi a basso costo, è stata resa possibile grazie anche al coinvolgimento di esperti artigiani e tecnici delle imprese edili svizzere Canton Ticino che sono riusciti a tagliare e sagomare il legno in base a quanto stabilito dagli architetti e geometri, molto attenti a testarne le qualità termiche in base al tipo e allo spessore e a creare pareti coibentate prefabbricate.

Tale impegno a riguardo delle tecniche costruttive, basato sia sulla cultura locale che su altre esperienze europee come ad esempio in Austria e in Germania è servito per scegliere a riguardo dell’isolamento termico dei termoisolanti specifici creando pareti coibentate prefabbricate e nel contempo a designer e progettisti, di stabilire delle forme compatte e semplici elementi essenziali per ottimizzare il risultato, quindi per ridurre le dispersioni di calore nel periodo invernale e l’eccessivo surriscaldamento estivo,e nel contempo per ottenere pareti insonorizzate, la mancanza assoluta di elettrosmog, e lo sfruttamento dell’energia solare, grazie al montaggio in modo pratico, non invasivo e con un eccellente design di pannelli fotovoltaici, incorporati in eleganti tegole del tetto.

#risparmioenergetico #ecosostenibile #caseprefabbricatesvizzera #ticino

29 views