• Federico Naef

Minergie A


Risparmiare energia è diventata una delle esigenze primarie per salvaguardare l’ambiente, e non è solo una questione politica o di pochi pacifisti, bensì una questione inderogabile. Per tenere testa al riscaldamento globale del pianeta più volte violato anche dall’uomo con scellerate trasformazioni ed elaborazione di materie prime, tutti nessuno escluso si stanno adoperando seriamente per utilizzare al meglio le risorse energetiche naturali da abbinare ad altri elementi simili, e dar vita ad un metodo nuovo di fare e costruire una casa biologica. A proposito di ciò, oggi si costruiscono case in legno con lo standard minergie a che integrano il meglio della tecnologia biologica disponibile. Si tratta nello specifico di un criterio di costruzione, che consente un impiego razionale dell'energia e nel contempo con un’ampia utilizzazione di diverse energie rinnovabili atte a migliorare la qualità di vita, la competitività e con la possibilità di ridurre a parametri minimi l’impatto ambientale. Lo standard minergie a lo si può raggiungere in diversi modi, a patto che la casa o l’edifico, siano strettamente collegate tra loro dal punto di vista strutturale e degli impianti domestici. Con questa tecnologia, si ottengono quindi case basso consumo e vivibili con il massimo confort.

In una casa biologica il consumo d’energia, è principalmente dovuto agli elementi che servono per riscaldarle con conseguente dispersione di calore, attraverso muri, finestre e tetti. Una casa ecologica legno, invece, grazie alle notevoli e collaudate prestazioni energetiche riesce a conservare il calore interno e aiuta a risparmiare energia e nel contempo evitare dispersioni di combustibili nell’aria.

Il comfort nelle case basso consumo si articola secondo tre aspetti ben distinti: benessere termoigrometrico, qualità dell’aria e perfezione acustica. Le abitazioni con queste caratteristiche possono diventare il rifugio dallo stress grazie alla loro comodità, e quindi ideali per far rilassare, dimenticare lo smog respirato mentre si va al lavoro, e il caldo soffocante degli uffici.

Il benessere termoigrometrico è una definizione che si dà allo stato mentale dell’uomo che è possibile ottimizzare con opportuni accorgimenti, e i progettisti di una casa ecologica legno come ad esempio quelli di Habita GHS, che per anni con studi approfonditi ed esperimenti, sono riusciti a costruirla evitando rischi come ad esempio quelli legati a patologie di carattere polmonare, che soprattutto nei bambini sono molto frequenti e pericolose. Le case prefabbricate proposte dal brand e dalla bioedilizia Ticino, che da anni opera con successo sul territorio svizzero e che si rivelano preziose per il benessere igrometrico sono: temperatura dell'aria, umidità relativa dell'aria interna, temperatura media radiante e la velocità dell'aria. La soluzione dell’impiantistica che si provvede ad inserire nelle case, serve per bilanciare il più possibile le variabili, creando un innocuo scambio termico fra l’uomo e l’ambiente domestico, in grado di soddisfare entrambi.

Oggi con l’applicazione della tecnologia dei pannelli radianti è possibile controllare questa differenza di temperatura per ottenere il cosiddetto “scambio termico ottimale”. Grazie alla bioedilizia Ticino che installa in una casa l’impianto radiante, vengono eliminate le zone fredde che in genere si ripercuotono sulla temperatura e quindi consentono ottenere benefici e di raggiungere il confort termoigrometrico con temperature ambiente più basse di circa un grado, il che rappresenta un importante punto a favore del risparmio energetico. Le fonti dell’inquinamento in una casa si possono catalogare distinguendole in ambientali (arredi, mobili, elettrodomestici, e finiture)e di stili di vita (mancanza di pulizia, fumo passivo di sigarette o canne fumarie e umidità).

Tra i materiali inquinanti, troviamo il monossido di carbonio, quelli prodotti dall’uomo, dagli animali e da altri esseri viventi di natura vegetale come ad esempio piante, e il tutto genera in casa: gli acari, degli allergeni di eventuali animali domestici, diversi batteri e virus, muffe e conseguenti spore fungine. Per garantire una qualità dell’aria le case vengono preventivamente costruite con un sistema di ventilazione che garantisce un efficiente e costante ricambio d’aria, con il conseguente abbassamento del valore dell’umidità, e di tutti gli altri parametri, che generano le suddette fonti di inquinamento dell’ambiente domestico. La scelta di case prefabbricate, con queste tecniche di realizzazione, sono quindi la soluzione ottimale per vivere in pieno comfort, senza rischi per la nostra salute e nel rispetto dell’ambiente che ci circonda, quest’ultimo un bene prezioso assolutamente da salvaguardare.

#bioedilizia #risparmioenergetico

14 views