• Federico Naef

Habita: Salone del mobile


Le case in legno sono un trend sempre più in crescita, e rappresentano una vera e propria opportunità per architetti e designer di realizzare vere e proprie opere d’arte che sono anche occasioni di studio e approfondimento delle potenzialità di queste case moderne.

I moduli abitativi prefabbricati in legno vengono infatti inseriti all’interno di collezioni progettuali architettoniche per il forte richiamo delle infinite possibilità che la loro stessa essenza propone al progettista.

I moduli abitativi in legno sono infatti sempre più al centro dell’interesse internazionale di progettisti e appassionati d’architettura, che vedono nei prefabbricati moderni la risposta d’eccellenza ed eco-friendly all’esigenza abitativa moderna.

I progetti e i prototipi di Architetti e designer del Politecnico di Bari parteciperanno e rappresenteranno la Puglia dal 14 aprile al 19 ad “hABITAPULIA 2020”. Nello spazio progettato e sponsorizzato dalla Regione, in occasione del Salone internazionale del Mobile di Milano, i ricercatori del Poliba esporranno tre prototipi:

  • SOOD, disegnato da giovani da: Giuseppe Fallacara, Marco Stigliano e Ubaldo Occhinegro, in collaborazione con Micaela Colella e Maurizio Barberio. Descrive perfettamente la volontà e il desiderio di ricerca dei moduli abitativi in legno, coordinando moduli prefabbricati in legno e i materiali naturali leggeri come il legno ad altre tipologie abitative e a materiali pesanti come la pietra. Il progetto coniuga i vantaggi case in legno, come la semplificazione estrema delle fasi di montaggio in cantiere e la riduzione di tempi e costi e un design innovativo della casa. I moduli prefabbricati in legno sono sapientemente utilizzati e rivisitati, in un’ottica di ottimizzazione spaziale e funzionale, che in fondo riassume il trend dei vantaggi case in legno. Volumetria esterna fortemente compatta e monomaterica, la pietra leccese è omnipresente su tutte le superfici sia verticali che della copertura. Gli architetti ottengono così un risultato estetico di tipo plastico scultoreo, un enorme blocco lapideo come ottenuto da lavorazioni di taglio.

  • Modular Stone Walls, di Marco Stigliano e Giuseppe Fallacara in collaborazione con Micaela Colella e Maurizio Barberio. Una parete decorativa in pietra leccese dal design innovativo, risultato eccellente di un sistema costruttivo studiato per la costruzione di diaframmi verticali auto-portanti, assemblati utilizzando conci tipo realizzati secondo tecniche di taglio assistito CAD-CAM e macchine CNC. Un proseguimento efficace dei prefabbricati moderni ottenuto grazie al mutuo assemblaggio dei singoli blocchi, ricordando agli occhi e alla ragione l’idea della saldezza delle parti in virtù di una specifica morfologia ad intreccio tessile dell’intero sistema costruttivo. Interessante la possibilità di pareti divisorie semitrasparenti schermanti dal design moderno e dall’aspetto materiale così mediterraneo. I moduli abitativi prefabbricati moderni rivivono appieno la migliore stagione grazie ai richiami del passato e dell’architettura tipicamente mediterranea rilasciata in quest’opera che unisce funzionalità e estetismi visuali.

  • E.L.I.C.A, Progettata da Giuseppe Fallacara, Vito Cascione, Maurizio Barberio, Micaela Colella. Si tratta di una scala elicoidale modulare armata e precompressa, una scala prefabbricata elicoidale per interni ed esterni. La struttura si divincola in gradini in materiale ricomposto quale cemento, resine e aggiunta di inerti nobili e armature in ferro zincato. I gradini sono inoltre strutturati con appositi fori centrali per il passaggio di specifiche armature annegate nel getto di calcestruzzo armato di consolidamento dell’intera struttura. Grande impatto nella estensione estetica del progetto, che acquista valore anche per la velocità di montaggio. Grande resistenza e durabilità per interni ed esterni. Da non sottovalutare la caratteristica di economicità, utilizza infatti il recupero di scarti di lavorazione lapidea. Può essere montata in soli 3 giorni ed utilizzata ad avvenuta maturazione del calcestruzzo armato. A meno del montaggio della ringhiera di protezione la scala può considerarsi finita, senza ulteriori stuccature o finiture della stessa.

#caseinlegno #casemoderne

0 views