• Federico Naef

RISPARMIO ENERGETICO


I costi case prefabbricate sono direttamente collegati al livello di efficienza energetica che l’abitazione riesce a raggiungere. Che siano case prefabbricate a basso costo o ville di lusso il dato fondamentale nei costi di gestione e nei costi case prefabbricate è quanto la soluzione abitativa riesce ad essere autonoma rispetto alle forniture energetiche della rete esterna.

Risparmio energetico. Ma cos’è realmente? Con risparmio energetico si intende l’insieme di tutte quelle tecniche per ridurre i consumi di energia necessaria allo svolgimento normale e confortevole delle attività umane giornaliere. Tale risparmio è ottenibile mediante la modifica dei processi energetici in modo tale da raggiungere uno status di meno sprechi e minor impatto ambientale. Case prefabbricate a basso costo, o ville a basso costo: il risparmio energetico è attuabile ovunque. E’ possibile cercare di migliorare il risparmio energetico delle case già presenti, anche effettuando alcune interessanti modifiche o ripristini come

- sostituire gli impianti di climatizzazione invernale (caldaie); - installare pannelli solari per la produzione di acqua calda; - intervenire sull’involucro dell’edificio (isolamento pareti, soffitti, tetti, sostituzione finestre ecc.); - compiere interventi di riqualificazione energetica globale dell’edificio con riduzione del 20% del fabbisogno annuo di energia dell’edificio.

Il risparmio energetico è valore integrante delle case prefabbricate e contribuisce in modo massiccio alla definizione dei costi casa prefabbricata.

Infatti una delle prerogative di una casa prefabbricata in legno è proprio il basso consumo energetico, e i suoi costi casa prefabbricata è in parte dovuto al livello di efficienza raggiunto.

Gli Impianti dovranno essere progettati e dimensionati per questa tipologia costruttiva, che, se ben isolata ed ottimizzata, richiede poca energia e trattiene efficacemente il calore durante i vari mesi dell’anno.

Fattori determinanti:

  • la zona climatica

  • l’esigenza di raffreddamento estivo

  • la possibilità di utilizzo di fonti energetiche rinnovabili

  • l’eventuale possibilità di attingere ad una falda acquifera

Qual è il miglior impianto per la nostra casa? Non esiste una risposta universale e sempre valida, ma occorre analizzare caso per caso. Un analisi che dall’esterno dell’abitazione si sposti all’interno, calandosi nei bisogni abitativi e nelle specifiche funzionalità della soluzione abitativa.

Casa prefabbricata costo: Se la zona in cui si vuole costruire la casa prefabbricata in linea con gli eco canoni della bioedilizia non necessita di un’opera ingente di raffreddamento estivo, sarà sufficiente una semplice caldaia a condensazione. In caso contrario si potrà optare per un sistema a pompa di calore unito ad un sistema di deumidificazione teso alla mera climatizzazione estiva. Tutte queste voci contribuiscono alla definizione complessiva dei costi di gestione delle case prefabbricate costo.

Case prefabbricate costo: Da non trascurare ovviamente la Ventilazione Meccanica Controllata con o senza il recupero di calore ma che in determinate zone geografiche è davvero un implemento delle caratteristiche specifiche di confort abitativo. Questi sistemi ci permettono di vivere in condizioni di umidità e salubrità della casa prefabbricata costo senza doversi preoccupare di aprire e chiudere continuamente porte e finestre.

Un’altra valutazione fondamentale da fare è quella sulle fonti energetiche rinnovabili utilizzabili quali biomasse, fotovoltaico, geotermia e comprendere se è possibile trovare integrazione nello specifico impianto.

Indispensabile è quindi rivolgersi a veri professionisti costruttori che attraverso accurati studi ed analisi sapranno meglio indirizzare il cliente verso la scelta più opportuna.

#risparmioenergetico #caseprefabbricate #casaprefabbricata #prezzicaseprefabbricate

0 views