• Federico Naef

IL LEGNO DELLA CASA PREFABBRICATA


Il legno utilizzato nelle case prefabbricate è il materiale di costruzione più naturale che si possa avere e anche uno dei più antichi, la sua comparsa la si ha agli albori della civiltà umana.

Ha molte caratteristiche interessanti come ad esempio:

  • Naturale al 100%

  • Facile da lavorare

  • Leggero da trasportare

  • Antisismico

  • Elastico

  • Igienico

I maggiori pericoli per il deperimento del legno sono principalmente dovuti all’attacco di insetti e alle infestazioni di muffe e funghi, che possono arrecare danni ingenti, arrivando anche a comprometterne la durevolezza della struttura stessa.

Esistono due tipi di insetti xilofobi (mangiatori di legno): parassiti e saprofiti.

I parassiti attaccano esclusivamente gli alberi ancora in piedi, quelli non tagliati per intenderci, mentre i secondi attaccano anche il legno proveniente da alberi abbattuti e il legname in opera.

Gli accorgimenti per la protezione del legno si riferiscono conseguentemente maggiormente alle azioni di protezione dai saprofiti e coinvolgono tutte e cinque le fasi della lavorazione:

  • taglio

  • essiccazione

  • scelta dell’essenza

  • messa in opera

  • situazione d’uso

Case prefabbricate di legno prezzi: I prezzi di case prefabbricate in legno tengono conto di tutte queste tecniche di salvaguardia del legno, infatti alcune ditte costruttrici propongono oltre ai normali preventivi piani specifici di regolari azioni di manutenzione atte a mantenere in ottimo stato il legno utilizzato nelle strutture prefabbricate e i prezzi di case prefabbricate in legno dovrebbero infatti comprendere tali regolari manutenzioni al fine di consegnare un prodotto eccellente che duri al massimo delle sue intrinseche capacità nel corso degli anni. Fornendo questo genere di assistenza le ditte costruttrici permettono di offrire alle loro case prefabbricate prezzi complessivi relativi ad un prodotto efficiente e a lunga durata.

Per diminuire l’attacco dei parassiti è fondamentale scegliere il periodo più adatto per effettuare il taglio.

Al giorno d’oggi gli alberi sono abbattuti praticamente durante tutto l’anno, ma il periodo più adatto per farlo è certamente l’inverno, in particolar modo da ottobre a febbraio, quando gli alberi entrano in una sorta di riposo vegetativo. Gli insetti per svilupparsi necessitano di una temperatura minima intorno ai 10 gradi, mentre i funghi si sviluppano in contesti particolarmente umidi. Al fine di ridurre al minimo la possibilità di attacco ed evitare l’utilizzo massiccio di insetticidi, fungicidi e vernici pericolose per la salute umana, occorre quindi effettuare il taglio proprio durante i mesi invernali.

Bisogna inoltre prestare particolare attenzione anche alla fase di essiccazione, processo nel quale viene eliminata la linfa residua in modo tale da privare il legno di tutte quelle sostanze proteiche che lo rendono attaccabile dai parassiti. Tale processo può avvenire sia in modo naturale esponendo il legname all’aria, sia in modo artificiale, in strutture come le camere calde, oppure attraverso con un procedimento definito “ad alta frequenza”. L’essiccazione artificiale è ovviamente più veloce, presenta tuttavia un inconveniente non da poco. Essa limita infatti la perdita di amido, la sostanza attaccata dagli insetti per eccellenza, rendendolo quindi vulnerabile a tali sopra citati attacchi. L’essiccazione naturale è più lunga e necessita di alcuni accorgimenti come la scelta accurata del periodo più adatto, è opportuno, inoltre, pensare e realizzare un sistema efficace di protezione e riparo delle cataste di legno, studiando anche il posizionamento ideale per consentire la massima aerazione possibile.

I prezzi di case prefabbricate dovrebbero essere quindi visti nell’ottica più grande di un intero ciclo di produzione, preparazione e costruzione e non solo come semplici prezzi di case prefabbricate.

Altra importante fase di selezione e preparazione del legno è rappresentata dalla scelta delle essenze e non solo in base alla loro resistenza agli insetti, anche se questo è sicuramente uno degli aspetti fondamentali.

Le essenze più resistenti sono l’abete Douglas, il larice, la tuia, il castagno e la quercia.

Limitare al massimo l’utilizzo di sostanze additive a protezione del legno ma che sono potenzialmente dannose per l’uomo, è sicuramente un accorgimento da prendere in considerazione. Durante questa fase è opportuno tenere presente che il tasso di umidità non dovrebbe superare il 20%. E ovviamente la stessa percentuale vale per i luoghi di destinazione finale d’utilizzo: è ormai risaputo che gli ambienti eccessivamente umidi favoriscono infatti l’attacco da parte di insetti e funghi.

Alle Case prefabbricate di legno prezzi è opportuno aggiungere al prezzo di costruzione il costo relativo agli accorgimenti per mantenere l’ideale situazione termica per mantenere al meglio lo stato del legno. Le case prefabbricate di legno prezzi non devono infatti riprodurre situazioni eccessive di disagio per il materiale legnoso o si andrà in contro ad un deperimento prematuro.

Quanto costa casa in legno? Il costo della casa in legno è la somma delle varie fasi di produzione e mantenimento e azioni per la protezione contro attacchi indesiderati di insetti e muffe. E la risposta esatta al quanto costa casa in legno non è un numero secco, ma il risultato di vari gradi di personalizzazione e esigenze/possibilità di manutenzione della struttura stessa.

#prezzicaseprefabbricate #caseprefabbricate #caseinlegno

0 views