• Federico Naef

ECOLOGIA E DESIGN


L’ecologia è ormai la vera protagonista dell’interior design, è detta legge in fatto di arredamento.

Di certo non tutti sanno che il design nasce dall’esigenza di creare oggetti e arredamenti per la casa che rispecchino caratteristiche di bellezza, praticità, innovazione, che siano alla portata di tutti e in grado di semplificare la vita delle persone. Il concetto si è poi sviluppato alimentando numerose altre correnti di design più o meno complesse e dalle linee multiformi o puramente essenziali. Da qualche anno si sta definendo una vera e propria tendenza orientata all’aspetto green, una vera e propria esigenza che si incastra concettualmente alla necessità di costruire casa ecosostenibile.

Un oggetto di arredo al fine di poter essere propriamente definito ecologico deve avere alle spalle delle fasi di progettazione, realizzazione e distribuzione a basso impatto ambientali. Ecco quindi che avremo prodotti realizzati con materiali di recupero, riciclati e riciclabili, prodotti naturali privi di qualsiasi trattamento che possa essere potenzialmente o tangibilmente tossico per l’essere umano. Il costruire casa ecosostenibile non è più sufficiente, se davvero vogliamo avere dare una svolta al passato e vivere in un mondo sano e ecofriendly occorre iniziare a pensare anche all’arredamento in termini green.

Certamente costruire una casa ecosostenibile è il passo fondamentale verso una vita migliore a basso impatto ambientale e ad alto risparmio energetico.

Le case bio prezzi medio-alti che tuttavia vengono completamente ripagati dopo pochi anni di felice vita quotidiana a risparmio energetico nel pieno confort di piani di efficienza e autonomia energetica delle soluzioni abitative. Senza bisogno di menzionare i grandi vantaggi per la salute e il portafogli ovviamente.

Significa che le case bio prezzi giustificati in qualche modo da piani di risparmio futuri, veri e propri investimenti che coinvolgono aspetti importantissimi di salubrità degli interni e confort di vita quotidiana.

Ma perché invece bisogna scegliere di arredare la propria casa con oggetti d’arredo green? A che pro?

Inoltre spesso il design ecologico ha costi di produzione sopra la media che non permettono il libero accesso e acquisto a chiunque. L’ecodesign è noto soprattutto in una nicchia di esperti, anche se si sta diffondendo ampliamente anche tra il grande pubblico che inizia a capire il suo fondamentale valore aggiunto. Gli eco-oggetti sono i veri protagonisti nelle fiere ed eventi del mondo all’arredamento e al design. Basta una passeggiata al Salone del Mobile di Milano o al Design Exhibit di Londra per rendersene conto. Ma perché acquistare questi oggetti costosi?

I motivi si possono racchiudere in questi tre semplici punti:

-Non sono tossici e rispettano la tua salute.

-La loro produzione non ha inquinato l’ambiente.

-Il ricavo del loro commercio va a compagnie che investono anche sul tuo futuro.

Un trend dell’arredamento ecosostenibile, alla portata di tutti, facile e anche divertente è il recupero di mobili e oggetti in disuso, una rivisitazione personale e moderna del vintage che va tanto di moda nei locali chic e negli appartamenti di lusso. In molte metropoli, come ad esempio Parigi, è abitudine comune lasciare in strada oggetti d’arredamento che non servono più, permettendo a chi ne ha voglia e tempo di poterli prendere e recuperare come meglio si crede.

Le case sostenibili prezzi non sempre abbordabili, ma come abbiamo detto sono una spesa intelligente da sostenere, se si vuole risparmiare ma rimanere pur sempre nel contesto green perché dare vita ad un arredamento di recupero? Un idea interessante? Ecco come realizzare un mobile per la camera dei bambini in poche mosse a partire dal vecchio comò della nonna.

-Scartavetrare il comò prima con carta vetrata grossa e poi carta vetrata fina.

-Con dello stucco per legno, stuccare eventuali avvallamenti e imperfezioni, poi scartavetrare per pareggiare i livelli.

-Passare un fondo da pittura per uniformare lo strato su tutta la superficie del comò.

-Passare una mano di smalto del colore che più vi piace, lasciare asciugare e poi ripetere.

-Su un foglio delle dimensioni della facciata frontale del comò disegnare un albero e su ogni ramo scrivere in bella calligrafia il nome di un membro della famiglia e relativi genitori, fino ad ottenere un vero e proprio albero genealogico. Ritagliare con un taglierino la forma dell’albero e utilizzarlo come sagoma per ridisegnarlo sul mobile, dopo aver fissato con dello scotch il foglio sul legno asciutto. Scrivere poi i nomi anche sul mobile.

-Lasciare asciugare

Ma le idee non finiscono qua! Ognuno può essere l’inventore di oggetti da design eco e di recupero.

E’ normale che il mercato (e le aziende) che produco arredamento e case sostenibili progetti piani di produzione di soluzioni eco che coinvolgono produzione a impatto zero e zero trasporto, risultando quindi una fetta di mercato ad alto costo, ma c’è anche il lato green ed economico. Con creatività e passione si può realizzare quel che si vuole.

#caseecologiche #ecosostenibile #risparmioenergetico #bioedilizia

75 views